Veline rom svaligiano appartamenti di lusso a Roma

(Websource)

Sono state soprannominate “la banda delle veline rom”: ladre di etnia rom sinti, appunto, responsabili di una serie di furti compiuti nei quartieri della Roma bene. Si introducevano in condomini di zone come Parioli, Flaminio, Salario, portando con loro trolley e valigie. Con la complicità della loro avvenenza riuscivano a passare per semplici turiste e, grazie a sorrisi smaglianti e accoglienti, venivano fatte entrare senza il men che minimo sospetto in ogni androne a cui avevano puntato. Poi, armate di cacciaviti e lastre atte a smuovere la serratura, scassinavano le porte degli appartamenti per poi svaligiarli indisturbate. Gli inquirenti sono riusciti nell’identificazione grazie a delle telecamere di sorveglianza installate nei palazzi oggetto di rapina. I poliziotti sono successivamente pervenuti all’individuazione dell’area di provenienza delle giovani, scoprendo che si trattava di Roma est, in una parte abitata da rom stanziali, spesso residenti in villette di lusso. Una delle vittime dei colpi ha dichiarato: «Ero appena uscita e ho incontrato delle ragazze che entravano nel palazzo, ma avevano borse e trolley, le credevo ospiti del B&B. Sono rientrata e la casa era sottosopra».

TUTTE LE NEWS DI OGGI

SDS