Riccione: scambia una pistola con un accendino e spara la collega

Incredibile quanto accaduto in un hotel a Riccione. Due cameriere, mentre rifacevano una camera appena liberata, hanno trovato una pistola, di piccolo calibro, una 22, credendola però un accendino. A quel punto hanno iniziato a giocarvi e per scherzo una delle due donne l’ha puntata verso l’altra. Il finto grilletto, però, era vero e quindi un colpo è partito davvero colpendo all’addome la collega e facendo ferire leggermente con il contraccolpo colei che stava maneggiando l’arma. Immediatamente la cameriera ferita dal colpo di pistola è stata trasportata d’urgenza in ospedale, dove è stata operata e per fortuna non sarebbe in pericolo di vita. Immediatamente sono scattate le indagini dei carabinieri di Riccione i quali hanno appurato che la stanza era stata appena lasciata da una famiglia, madre, padre e figli piccoli, in vacanza in Riviera, e trasferiti in un altro hotel collegato. È stato semplice per i carabinieri rintracciare gli ospiti per una coincidenza: in seguito alla perquisizione della nuova sistemazione, infatti, i militari hanno trovato un proiettile, corrispondente all’arma già sequestrata, e da lì è scattata la denuncia e poi l’arresto disposto dal sostituto procuratore Davide Ercolani per possesso di arma clandestina. In manette un pregiudicato di Roma, di 42 anni, M.B., che nel trasferimento da una stanza all’altra aveva dimenticato l’arma.

M.O.