In preda al panico abbandona la neonata: “Non sapevo di essere incinta”

Websource/Crime Online

Un filmato apparso la settimana scorsa sul web mostra una bambina appena nata in mezzo a delle sterpaglie. La piccola era stata chiaramente abbandonata ed era coperta di formiche dalla testa fino ai piedi. Per fortuna un uomo si è accorto che piangeva e l’ha trovata salvandole la vita.

Questo terrificante episodio si è verificato a Houston, Texas, e nel giro di pochi giorni la polizia locale è stata in grado di risalire alla madre e di arrestarla con l’accusa di abbandono di minore (reato che prevede una pena detentiva di 20 anni). La madre colpevole di questo atroce gesto è una ragazza di 21 anni, Sidney Woytasczyk, che ha giustificato le sue azioni spiegando di essere entrata nel panico al momento del parto perché non sapeva di essere incinta.

A diffondere questa dichiarazione è il capo investigatore Kimberly Thomas, la quale parlando del caso con i media locali ha detto: “Lei era spaventata perché non sapeva di essere incinta”. La stessa Thomas parlando del compagno di Sidney dice: “Il padre non è stato incriminato e non dovrebbe essere citato in giudizio”. Infine parlando della bambina e del suo ritrovamento aggiunge: “Se non fosse stata trovata in tempo, la bambina probabilmente sarebbe morta”.

La piccola in questo momento si trova al Texas Children’s Hospital dove i medici le stanno somministrando un anti batterico e tengono il suo battito cardiaco sotto controllo. Una volta ristabilite le sue condizioni fisiche, probabilmente, la piccola sarà affidata alle cure degli assistenti sociali prima che venga adottata da una famiglia amorevole. Per quanto riguarda la madre, difficilmente i giudici accetteranno la versione della famiglia Woytasczyk (anche la madre di Sidney, Tina, afferma che nessuno era a conoscenza della gravidanza) come attenuante valida per ottenere uno sconto di pena.

Websource/The Sun.co.uk
Websource/The Sun.co.uk

F.S.