Tre auto coinvolte in un frontale: in cinque tra le lamiere

(websource/archivio)

Ancora un brutto incidente sulle strade italiane: lo schianto si è consumato oggi pomeriggio, intorno alle 14:30, coinvolgendo tre auto. I mezzi si sono schiantati nel tratto di strada che da San Stino di Livenza porta a Caorle, in località Sette Sorelle, in uno scontro frontale. In tutto sono cinque le persone ferite e trasportate al pronto soccorso. La più grave è una ragazza che è stata portata all’ospedale dell’Angelo di Mestre dopo che un’eliambulanza si è alzata in volo dall’ospedale di Padova.

Un altro ferito è stato trasferito con un politrauma di media gravità al Pronto soccorso a Portogruaro. Sul luogo del gravissimo incidente sono giunti i vigili del fuoco, i quali hanno dovuto faticare molto per estrarre i feriti dagli abitacoli e contestualmente mettere la zona in totale sicurezza. Chiusa anche la strada nel tratto interessato.

Grave il bilancio degli incidenti stradali nelle scorse ore: ieri sera, intorno alle 23, all’altezza del casello Aielli – Celano, un tremendo schianto tra un Suv e un’utilitaria, una Opel Agila, ha fatto due vittime. Si tratta di una bimba di otto anni di Anzio e di una donna anche lei laziale, che di anni ne aveva 57. In base alla prima ricostruzione dell’accaduto, il Suv, che viaggiava in direzione Roma, ha tamponato la Opel, guidata dalla donna. Quattro persone sono rimaste ferite nello schianto.

Qualche ora più tardi, nel comune di Mentana (Roma), sulla via Palombarese, ha perso la vita in un gravissimo incidente Ergys Merhori, un ragazzo albanese di 29 anni. Lo schianto è avvenuto intorno alle 3 di notte quando il giovane ha perso il controllo della sua Dacia Lodgy all’altezza dell’incrocio con via di Santa Lucia. La vettura si è a quanto pare ribaltata finendo contro un muro al lato della carreggiata: il giovane è morto praticamente sul colpo, tanto è stato violento l’impatto.

GM