Due corpi straziati in casa: ipotesi omicidio-suicidio

(websource/archivio)

Potrebbe essere la tragica conclusione di un complicato rapporto sentimentale quanto avvenuto stamattina a Dogaletto di Mira, nel veneziano. Infatti, dopo che è scattato l’allarme, in un’abitazione, sono stati rinvenuti privi di vita il corpo di un uomo e di una donna, morti per ferite da colpi di pistola. L’ipotesi più accreditata al momento è che si possa trattare di un caso di omicidio-suicidio. Sul luogo della tragedia si sono immediatamente recati i militari dell’Arma dei Carabinieri, che hanno avviato le indagini per chiarire quanto accaduto. Sul posto anche gli agenti delle forze dell’ordine e i sanitari del 118, che però hanno solo potuto constatare il decesso dei due. L’omicida, Luigi Nocco, ispettore di Polizia in servizio a Marghera all’ufficio immigrazione, avrebbe ucciso la moglie sparandole in strada e poi si sarebbe a sua volta tolto la vita. La coppia ha due figli, bimbo di 12 anni e una ragazza di 15, che non erano in casa al momento della tragedia. Il fatto è avvenuto stamani in via Trieste, una piccola e appartata via di campagna che ora è transennata per consentire i rilievi dei militari dell’Arma. Sul posto anche la Polizia.

Nelle scorse settimane, nel veneziano, si era consumato il tragico omicidio di Maria Archetta Mennella, da tutti conosciuta come Mariarca. La donna è stata uccisa nella sua casa a Musile di Piave dall’ex marito Antonio Ascione. L’allarme è stato lanciato dallo stesso uomo intorno alle sette del mattino, dopo che per tutta la notte i due erano stati insieme. Maria Archetta Mennella era stata colpita con tre coltellate, due alla schiena e una nel costato sotto il seno. Nonostante la separazione, la donna da qualche tempo ospitava il suo ex.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM