“Ferma l’auto, devo andare in bagno”: e la mamma compie l’orrore

(Websource /Metro.co.uk)

Partorita e subito abbandonata in un cespuglio di rovi. E’ la triste sorte toccata a una neonata in Cina, nella provincia sudoccidentale del Sichuan. Triste, ma non tragica. La piccola, ritrovata completamente nuda nei pressi di un ponte, è stata infatti salvata e al momento si trova in “discrete” condizioni: è ancora ricoverata in un ospedale della zona e sotto osservazione, ma non sarebbe in pericolo di vita. E questo nonostante, a detta dei medici, sia nata “prematura” e in condizioni di “estrema debolezza fisica”. Per il momento è stata affidata alle cure di alcuni volontari della struttura ospedaliera. Più d’uno, appresa la notizia, si è fatto avanti per donare alla piccola coperte, latte in polvere e altri beni di prima necessità.

Nel frattempo è stata individuata anche la mamma: secondo le indagini della Polizia locale, si tratta di una ragazzina di soli 12 anni che vive con la nonna e vede i genitori solo una volta all’anno. La baby-mamma avrebbe avuto un lieve malore e per questo l’anziana aveva deciso di accompagnarla in ospedale. Durante il tragitto, però, la 12enne si sarebbe allontanata per circa mezz’ora con la “scusa” di dover andare in bagno quando invece, secondo l’accusa, avrebbe partorito la bimba per poi abbandonarla e proseguire come se niente fosse.

Nulla si sa invece (almeno per ora) del padre della bimba, dal momento che la ragazzina non ha risposto a nessuna domanda degli inquirenti. La nonna, dal canto suo, ha dichiarato di non sapere che la nipote fosse incinta. Insomma, sono ancora troppe le ombre e poche luci in questa agghiacciante vicenda, e le autorità giudiziarie del Sichuan hanno preferito non sbilanciarsi sulla fondatezza delle testimonianze dell’anziana e di sua nipote. E’ il caso di ricordare che in Cina chiunque abbia rapporti sessuali con persone di età inferiore a 14 anni può essere ritenuto colpevole di stupro, e condannato di conseguenza.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS