Affonda lo yacht di Diana Bracco

Lo yacht di Diana Bracco, 76 anni, presidente e amministratore delegato del gruppo farmaceutico Bracco, nonché ex presidente di Expo Spa e membro della giunta di Assolombarda e del consiglio di amministrazione dell’Università Bocconi, è andato a fuoco a largo della costa di Nizza. Nella barca dell’imprenditrice milanese erano presenti diverse persone, tra cui anche alcuni bambini, ed è andata a fuoco forse per un corto circuito nella sala macchine. Nessun ferito grave, ma tanto spavento. Gli uomini dell’equipaggio hanno cercato di spegnere subito le fiamme e per questo uno di loro è rimasto leggermente intossicato ed è stato curato all’ospedale di Antibes. I passeggeri a bordo sono stati subito soccorsi da un’imbarcazione del ”Centro regionale operativo di sorveglianza e salvataggio” arrivata da Cagnes-sur-Mer. L’allarme era stato dato dalla torre di controllo del vicino aeroporto di Nizza, che ha notato il fumo salire dallo yacht con bandiera italiana. ”La barca era stata revisionata, non sappiamo ancora che cosa sia successo. Probabilmente è andata perduta – ha detto il portavoce Giuliano Faliva -. I soccorsi della capitaneria francese sono stati molto rapidi e per fortuna nessuno è rimasto ferito, ma certo sono stati momenti difficili soprattutto perché c’erano dei bambini a bordo”. Sul posto sono intervenuti oltre 60 pompieri, e nella notte è entrato in azione il battello speciale «Jason», dotato di sbarramenti assorbenti e di dighe galleggianti, che ha il compito di lottare contro l’inquinamento evitando la dispersione in mare di carburante. A tarda sera il fuoco non era ancora spento.

M.O.

TUTTE LE NEWS DI OGGI