Ferrara, dramma in mare: due morti annegati

(Websource / archivio)

Doveva essere una giornata all’insegna del riposo e del relax, ma è purtroppo sfociata in una doppia tragedia. Due cugini pakistani di 39 e 24 anni residenti a Molinella (Bologna) sono annegati a Porto Garibaldi, sul litorale ferrarese, dove stavano trascorrendo la domenica assieme ad parenti in un tratto di spiaggia libera. Avevano deciso di fare un bagno, ma un’onda li ha travolti, e il mare agitato non ha consentito loro di fare ritorno a riva. Subito sono intervenuti alcuni turisti presenti sul posto, riuscendo a recuperare il corpo del 39enne, e sono scattati i soccorsi per cercare l’altra persona, la quale però è stata trovata priva di vita solo dopo alcune ore.

A quanto si è appreso, i due stavano facendo il bagno nei pressi delle scogliere quando, verso le 13.30, un’onda più alta delle altre avrebbe trascinato sott’acqua il 39enne. Il cugino, non vedendolo più tornare a galla, si sarebbe tuffato per cercarlo ma è stato a sua volta risucchiato del mare. Il 118 è intervenuto con l’elisoccorso da Ravenna e con ambulanza e automedica fin dal recupero della prima vittima, ma ogni tentativo di rianimazione è stato inutile. Sul posto sono giunti anche l’elicottero e i sommozzatori dei vigili del fuoco. Verso le 16 la salma è stata rimossa, previa autorizzazione del magistrato di turno, e circa un’ora dopo è stato ritrovato – a circa 300 metri dal punto in cui si erano perse le sue tracce – il secondo cadavere. All’operazione di recupero ha partecipato fin da subito anche la Guardia costiera con le sue motovedette. Gli agenti della Polizia municipale di Comacchio, impegnati nei servizi antiabusivismo, hanno invece fatto in modo che i curiosi si tenessero a debita distanza dall’area di intervento in spiaggia.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS