Nel passeggino sotto il sole: la neonata rischia la vita

(websource/archivio)

Un’imprudenza che poteva costare cara alla loro piccola di appena cinque giorni di vita, quella commessa da una giovane coppia di genitori del vicentino. Infatti, la bimba è nata al San Bortolo di Vicenza e dopo tre giorni sono state firmate le dimissioni dall’ospedale. Appena due giorni dopo, i genitori della piccola, nonostante i 35 gradi all’ombra, hanno deciso di uscire a fare una passeggiata. La piccola era nel passeggino, ma quando dopo qualche ora la coppia è rientrata a casa, la mamma si è resa conto che qualcosa non andava. La bimba infatti risultava intontita e aveva un’altissima temperatura corporea.

Da qui la decisione di portarla al pronto soccorso. La neonata aveva la febbre a 40 e la pediatra ha pensato al peggio, ovvero a una grave infezione, scongiurata fortunatamente dopo aver effettuato gli esami clinici dovuti. A quel punto, è emersa la vicenda della passeggiata ed è stato tutto molto più chiaro. Si è proceduto a ventilare meccanicamente la neonata, poi idratata con delle flebo. Per far ristabilire la piccola ci sono voluti tre giorni, poi sono state firmate le dimissioni, con tanto di invito ai genitori a evitare imprudenze del genere. Questo mese non è la prima volta che succede: poteva finire malissimo la vicenda di un bambino di appena un anno, che a inizio agosto è rimasto da solo sotto al sole cocente all’interno del suo passeggino a piazza Sant’Eurosia, nel comune laziale di Lariano, in provincia di Roma. 

GM