Drammatico frontale: Lorenzo aveva solo 19 anni

Lorenzo Cardone (foto dal web)

Ancora sangue sulle strade pugliesi, dove ha perso la vita nelle scorse ore il 19enne Lorenzo Cardone, di Pezze di Greco, popolosa frazione del comune di Fasano, coi suoi circa 6mila abitanti, al confine tra il Salento e la provincia di Bari. Il giovane ha perso la vita ieri sera in un terribile incidente lungo via Gravinella, nel centro abitato di Fasano. Solo da qualche mese, Lorenzo Cardone, diplomatosi nelle scorse settimane all’istituto nautico “Carnaro” di Brindisi, aveva conseguito la patente di guida.

Il ragazzo era alla guida, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, di una Fiat Panda con a bordo altri due ragazzi, un 18enne e un 23enne, scontratasi frontalmente con un’altra vettura guidata da un cinquantenne, uscito illeso. Per Lorenzo Cardone, che di recente aveva trovato lavoro in un negozio di elettrodomestici, non c’è stato nulla da fare. I soccorsi immediati dei presenti, dei medici del 118 e la corsa all’ospedale Perrino di Brindisi, si sono rivelati vani. Grande la commozione sui social network: “Che vuoto ci hai lasciato! Ci manchi come l’aria!”, ha scritto un caro amico di Lorenzo.

Si allunga la scia di giovanissime vite che in queste settimane estive hanno perso la vita nell’area meridionale della Puglia, tra il Salento e la Valle d’Itria. Nella notte tra sabato e domenica, infatti, un altro terribile incidente si è verificato nel Salento, sulla statale 274 Gallipoli-Leuca all’altezza di Taviano, in un tratto di rettilineo all’uscita da Matino. Nello schianto hanno perso la vita altri due giovani: Ivan De Blasi, 24 anni,originario di quel comune, è rimasto carbonizzato nella Toyota Yaris che guidava. A bordo con lui c’erano Luigi Ruberti, di 28 anni e la sua fidanzata 23enne, Jasmin Gissela Cherre Quintero, originaria dell’Ecuador. Anche la giovane sudamericana è morta nell’impatto, mentre il suo giovane compagno se l’è cavata con trenta giorni di prognosi.