Furto nella notte: l’anziana insegnante finisce in coma

(websource/archvio)

Un furto nella notte nella sua abitazione di Caserta in via Ferrarecce e ora una donna di 91 anni, insegnante in pensione si trova in coma. L’episodio si è consumato nella notte tra il 9 e il 10 agosto: da allora l’anziana non ha mostrato segni di miglioramento. Quella notte, infatti, un gruppo di malviventi ha fatto irruzione nel suo appartamento. Le è stato portato via praticamente tutto. Si sta cercando di capire se i ladri conoscessero la donna, anche perché nella ricerca dei gioielli d’oro all’interno di una scatola di cartone sembra siano andati a colpo sicuro. Inoltre avrebbero trovato il compenso della sua pensione in contanti.

Dodici ore dopo il furto, l’insegnante, che viveva da sola, è stata trovata a terra priva di sensi tra corridoio e la camera da letto dalla nipote, che non riusciva ad avere sue notizie. Da quanto hanno accertato le forze dell’ordine la 91enne sarebbe rimasta per terra molte ore, con addosso solo la vestaglia da notte. Il furto sembra sia stato commesso alle prime luci dell’alba del 10 agosto e la nipote dell’anziana è arrivata nell’abitazione solo quando erano le 19. Per entrare in casa ha dovuto chiedere l’intervento degli agenti della locale stazione di polizia.

Una delle ipotesi è che l’anziana sia stata svegliata dal trambusto e che poi abbia avuto un ictus mentre si trovava sulla porta del corridoio. I ladri però non si sono curati del fatto che l’anziana stesse male. ora la 91enne si trova presso l’ospedale “Sant’Anna e San Sebastiano”. Bocche cucite riguardo le sue condizioni da parte dei medici, mentre è aperta la caccia all’uomo alla ricerca dei responsabili. Oltre al furto, rischiano quantomeno di essere accusati di omissione di soccorso.

GM