Un tuffo in piscina, poi il malore: il dramma di Leonardo

Leonardo Rinaldi (foto dal web)

Dolore e sconcerto a Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, per la prematura morte di Leonardo Rinaldi, appena 17 anni, a causa di un malore in acqua. Il ragazzo, insieme ad alcuni amici, si era recato in piscina, all’hotel San Leo, struttura molto nota e che spesso frequentava con la sua comitiva. Una giornata estiva come tante, dunque, per Leonardo Rinaldi, che non lasciava di certo presagire il peggio. I ragazzi erano arrivati in piscina intorno alle 14:30 e subito il 17enne si è tuffato in acqua. Nel giro di pochi secondi, il malore, con gli amici che assistono in un primo momento attoniti, poi lanciano l’allarme.

Immediatamente soccorso dal personale della struttura, Leonardo Rinaldi è trasportato d’urgenza all’ospedale San Rocco: qui viene dichiarato morto appena pochi minuti dopo il suo arrivo. Ora occorrerà attendere i risultati dell’autopsia sulla salma del 17enne, che sarà effettuata nelle prossime ore da parte dell’istituto di medicina legale di Caserta, per avere le prime risposte sulla causa del decesso. Sul luogo del dramma, si sono poi recati gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza di Sessa, coordinati dal sostituto commissario Giovanni Romano, che ora conducono gli indagini.

Grande è intanto lo sconcerto a Sessa Aurunca e sui social network, dove qualcuno scrive anche in queste ore: “Non è possibile veder morire sotto i propri occhi in un attimo un ragazzo che sta con te a fare il bagno o che hai visto qualche ora prima”. Un amico testimone dell’accaduto ricorda: “Purtroppo è risultato inutile ogni intervento, Leonardo non si è più ripreso dal malore e in pochi minuti praticamente lo abbiamo visto morire”.

Nelle stesse ore, si è spento a 71 anni Giovanni Aiello, l’ex poliziotto della Squadra Mobile di Palermo con trascorsi nei servizi. Noto alle cronache come “Faccia da mostro” e protagonista di alcune vicende controverse, Aiello è stato stroncato probabilmente da un malore a Montauro, sulla costa ionica catanzarese, dove viveva da anni. Domenica invece due cugini pakistani di 39 e 24 anni residenti a Molinella (Bologna) sono annegati a Porto Garibaldi, sul litorale ferrarese.

GM