”Costretti a pagare il biglietto per lasciare Ischia”

Il terremoto che ha colpito Ischia nelle scorse ore ha generato tra la popolazione panico e black out. L’isola si è completamente paralizzata e chi era da quelle parti in vacanza ha fatto in fretta e furia le valigie per andare via. In migliaia, infatti, la scorsa notte sono accorsi al porto per lasciare l’isola di Ischia. Ma qui c’è stata una sorpresa assolutamente sgradita: le compagnie di navigazione, che fino all’alba hanno effettuato traversate straordinarie, hanno comunque deciso di far pagare il biglietto alle persone. Veementi le proteste via social da parte della gente: ”Vergogna ad Ischia. Stanotte la gente, a migliaia, nel panico più totale, è stata costretta a pagare prima il biglietto e poi ci si poteva imbarcare dopo ore ed ore di attesa alle biglietterie – scrive Gaetano Di Vaio su Facebook – Molte persone hanno fatto a botte per accaparrarsi un biglietto. Quello che andava fatto, era invadere le navi e buttare a mare chiunque si permetteva di chiedere il titolo di viaggio. E’ uno schifo. Spero che ci siano avvocati pronti ad intervenire per fare causa alle compagnie di navigazione, al comune di ischia, allo stato italiano. In una situazione di altissimo stato di emergenza, questa cosa è imperdonabile”. Prezzo del biglietto? Diciotto euro e venti centesimi da Ischia a Pozzuoli. Intanto, sulla sua pagina Facebook, anche Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, ha mostrato la foto del biglietto della nave per lasciare Ischia al costo di 18,20 euro con questo commento: “Non credo sia giusto far pagare i biglietti del traghetto ai turisti in fuga da ISCHIA! Cercano salvezza da una minaccia concreta… Non una gita di piacere!!!”.

M.O.

TUTTE LE NEWS DI OGGI