Panico a Gallipoli, terrorizzano le persone per non pagare il conto

Websource/Archivio

Una notte di ordinaria follia a Gallipoli è stata scandita dalla bravata di un gruppo di turisti campani che per non pagare il conto della cena appena consumata ha pensato bene di suscitare il panico dei presenti.

Secondo quanto riportato dai quotidiani locali era mezzanotte e mezza quando il rumore sordo di un petardo ha squarciato la serenità dei clienti di una trattoria che si trova nel centro della città vecchia, tra via Antonietta De Pace e Piazza della Repubblica. Dopo il botto, i giovani turisti campani hanno urlato: “Attentato!”, quindi si sono messi a correre per sfuggire ad un cameriere che aveva compreso le loro intenzioni.

Il cameriere è stato in grado di raggiungere e colpire uno dei fuggiaschi, l’inseguimento, però, ha avuto vita breve: il rumore, le urla e le persone che correvano hanno tratto in inganno i turisti presenti nel centro storico che, convinti che fosse in atto una sparatoria, sono stati colti dal panico ed hanno cominciato a correre a loro volta.

Il giovane ferito dal cameriere è stato trasportato in ambulanza al ‘Sacro Cuore di Gesù’, mentre sul luogo dell’accaduto sono giunti i carabinieri per porre fine al caos generato dalla bravata ed investigare su quanto accaduto.

F.S.