Anziana aggredita dal nipote: la trovano in una pozza di sangue

(Websource/archivio)

Nessuno poteva immaginare chi fosse l’autore di quella brutale aggressione avvenuta a Pontecorvo, in provincia di Frosinone. La vittima è una donna di 85 anni che la scorsa notte ha vissuto un vero e proprio incubo. Prima la corrente elettrica che viene staccata, poi uno sconosciuto che si avvicina a lei in casa sua, la strattona e l’aggredisce. La donna è stata ritrovata in una pozza di sangue a causa delle numerose ferite riportate durante la brutale aggressione. Sul posto è intervenuto il 118 chiamato dalla donna stessa che al buio è riuscita in qualche modo a raggiungere il telefonino e chiedere aiuto. Per lei il trasporto d’urgenza in ospedale e la prognosi di 10 giorni a causa delle varie ferite riportate.

Del caso si sono subito fatti carico i Carabinieri di Cassino. Sembrava l’ennesima rapina in casa ai danni di un’anziana, ma la vicenda ha preso una piega del tutto diversa. Infatti il responsabile dell’aggressione è stato il nipote 21enne della donna che è stato denunciato per i reati di lesioni personali e violazione di domicilio. Il giovane al momento non ha ancora dato spiegazioni per il suo gesto anche se si pensa ad un tentativo di rapina per motivi legati all’uso di droghe.

F.B.