Boldrini difende i profughi: “Basta sgomberi”

Boldrini
Laura Boldrini (Websource)

La vicenda dei profughi che occupavano abusivamente alcuni stabili e che sono stati sgomberati da palazzo Curtatone a Roma tiene ancora banco. Dopo gli scontri e le manifestazioni di piazza ha preso vita all’interno del governo una linea di pensiero a favore di chi occupa abusivamente capitanata dal presidente della Camera Laura Boldrini. Ecco le sue parole: “Sgomberare gli edifici occupati con metodi anche gratuitamente violenti dà pessima immagine del nostro paese. Bisogna usare le associazioni sul territorio che sono i ponti con le istituzioni e condividere le alternative per ripristinare la legalità ma nel contempo dare alternative”.

Il problema però è che le alternative a molti profughi non interessano. Infatti è notizia di oggi che centinaia di loro continuano a rifiutare categoricamente le soluzioni abitative proposte dal Comune. “Prima vogliamo vedere le foto” dicono e così preferiscono rimanere per strada. Dura Giorgia Meloni (Fdi) secondo la quale il governo cede alla mafia. “Se occupi illegalmente, lo Stato ti garantisce una casa; se invece rispetti la legge puoi continuare a dormire sotto i ponti”.  Le fa eco Renato Schifani (Fi) che parla di una resa all’illegalità “che spesso nasconde sottotraccia anche gravi episodi di racket e delinquenza. Ci auguriamo che si tratti soltanto di una pausa di riflessione da parte di un rappresentante dell’esecutivo che ha dimostrato, su altri fronti, fermezza e determinazione”.

F.B.