Tragedia in montagna, muore 13enne: ieri era toccato alla madre

(Websource/archivio)

Si aggrava la tragedia che ha visto la morte di due persone dopo una caduta in alta quota avvenuta sul ghiacciaio della Presanella, in Trentino. Al novero delle vittime si aggiunge infatti anche il non ancora 14enne Cesare Ziboni, ricoverato da ieri quando i soccorsi lo avevano trasportato d’urgenza all’ospedale di Trento. Il giovanissimo è spirato in giornata verso ora di pranzo, dopo che le sue condizioni era apparse gravissime fin dal primo minuto. Tra le altre persone morte figura la madre, la 41enne Raffaella Zanotti, mentre è stato dimesso il fratello di 21 anni. In totale il gruppo era composto da nove persone, che sono incappate nel disastroso incidente durante la loro salita sul ghiacciaio. Il padre dei due è invece ricoverato in rianimazione agli Spedali Civili di Brescia. Ed anche un loro amico, Luciano Bertagna, 45 anni, ha perso la vita in questa fatalità che un esperto ha definito come figlia della mancanza di preparazione nell’affrontare una simile impresa. Almeno altri tre individui (un uomo di 47 anni, una donna di 37 ed il figlio di 13) risultano in pericolo di vita. Il marito di quest’ultima è invece stato condotto a Bolzano, ed anche il suo quadro clinico sembra complicato.

S.L.