Sequestrano ragazzina, arrestati due nigeriani dopo 15 giorni di violenza

(Websource/archivio)

La Polizia di Bologna ha proceduto col rendere esecutive due ordinanze di custodia cautelare in carcere su disposizione del Tribunale di Bologna, con destinatari due cittadini nigeriani colpevoli di aver rapito una ragazzina loro connazionale giunta in Italia nello scorso mese di luglio. A scendere in campo sono state le Squadre Mobili del capoluogo emiliano e di Caserta, con il coordinamento del Servizio Centrale Operativo. I due extracomunitari sono stati scovati all’interno di una casa di Casapesenna, in provincia proprio di Caserta, dove la ragazzina era tenuta prigioniera da circa due settimane, dove aveva subito violenze di natura psicologica e fisica. La giovane era stata mandata all’Hub di Bologna appena approdata nel nostro Paese, e qui era poi stata presa in maniera coercitiva dai due uomini, i quali l’hanno condotta in Campania chiedendo per la sua liberazione duemila euro.

S.L.

IL TG DI OGGI 30 AGOSTO 2017