Insegnante si spara. Il marito rientra e scopre l’orrore

(Websource/archivio)

Dramma famigliare nel tardo pomeriggio di ieri a Macerata. All’interno di una villa che si trova in contrada Alberotondo, lungo la strada che dal quartiere Pace porta alla provinciale Potentina, è accaduto qualcosa che nessuno poteva aspettarsi e che molti in paese faticano ancora a comprendere. In base alle prime informazioni si apprende che un’insegnante maceratese di 52 anni (E.S. le sue iniziali), sposata e senza figli, ha aspettato che il marito uscisse di casa per poi togliersi la vita sparandosi con una pistola regolarmente detenuta proprio dal marito.

A scoprire l’accaduto l’uomo che al suo rientro ha chiamato la moglie senza ricevere risposta e poi, una volta entrato nell’abitazione, l’ha trovata priva di vita e dilaniata dal colpo esploso a distanza ravvicinata. Sul posto i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna e la polizia che non ha molti dubbi sulla pista del suicidio. Restano da capire i motivi del gesto estremo.

F.B.