Ha le mestruazioni e viene umiliata: prende una decisione estrema

(websource/archivio)

Una studentessa si è uccisa dopo essere stata rimproverata per aver sporcato la sua uniforme e il banco con il sangue del ciclo mestruale. La 12enne, della quale non si conosce il nome, era iscritta a una scuola di Palayamkottai Town, nel distretto di Tirunelveli, nell’India meridionale. Saltò dalla terrazza del suo vicino di casa alle prime ore del mattino. I suoi genitori hanno spiegato di non essere a conoscenza delle sue intenzioni suicide e solo in una lettera che ha lasciato hanno saputo conoscere le sue ragioni.

“Non so cosa dire. Fino ad ora non avete sentito alcuna lamentela su di me, ma perché l’insegnante mi ha rimproverato in questo modo?”, si legge nelle poche righe lasciate dalla ragazza. Secondo i media locali, l’insegnante ha rimproverato in maniera dura la ragazza di fronte ai suoi compagni di classe. Il suicidio ha scatenato proteste da parte dei genitori degli alunni che erano arrabbiati per la morte della ragazza. E’ dovuta addirittura intervenire la polizia, che ha promesso l’apertura di un’inchiesta. “Adesso stiamo ascoltando diverse versioni. Solo dopo il completamento delle indagini avremo chiarezza”, fanno sapere le forze dell’ordine.

GUARDA FOTO

GM