Bimbo di 3 anni ingoia un pomodorino, dramma a Suzzara

(Websource/archivio)

Michele Pozzi, un bambino di soli 3 anni, era appena rientrato dalla vacanze insieme ai genitori. Ieri sera, mentre la mamma stava preparando la cena nella loro abitazione di Suzzara, nel mantovano, il piccolo è andato come sempre faceva nell’orto di casa per raccogliere alcuni pomodori pronti per essere mangiati. E proprio in quei frangenti in cui la madre non poteva vederlo il bimbo ha deciso di mangiare un pomodorino ciliegino che, anziché essere masticato, è finito direttamente nella trachea ostruendola praticamente per intero.

I genitori a quel punto si sono resi conto di ciò che stava accadendo e mentre si attendeva l’arrivo dell’ambulanza hanno provato in tutti i modi a far espellere il pomodorino al figlio. Il piccolo però continuava ad avere enormi difficoltà nella respirazione e anche l’intervento di un vicino di casa medico non ha migliorato la situazione. Nessuno è riuscito ad eseguire correttamente le manovre che permettono l’espulsione di oggetti ingoiati per sbaglio. Quando i sanitari del 118 il bambino era già in condizioni disperate. Il piccolo è stato trasportato all’ospedale Poma di Mantova dove è arrivato in fin di vita. Pochi minuti dopo il suo ricovero il povero Michele è morto per arresto cardiocircolatorio causato da asfissia.

Sul suo corpo non sarà eseguita l’autopsia e la procura ha già dato il nulla osta per l’esecuzione dei funerali restituendo il corpo alla famiglia. Le esequie si celebreranno sabato.

F.B.