Firenze: scoperto cadavere mummificato, era morto da mesi

(websource/archivio)

Una sconcertante scoperta è stata fatta all’interno di una casa al Galluzzo, frazione della periferia sud di Firenze. Trovato un cadavere mummificato di un uomo. Si tratterebbe di un 58ene del quale non si avevano notizie da circa due mesi.A dare l’allarme sono stati i vicini, insospettiti in particolare dal forte odore che proveniva da quella casa. Inoltre, avevano notato la presenza di un gatto che entrava e usciva da una finestra dell’abitazione, che era rimasta aperta e di tanto in tanto sbatteva. Così hanno allertato i militari dell’Arma dei Carabinieri, che – dopo essere entrati in casa addirittura indossando delle maschere per l’ossigeno – hanno rinvenuto i resti del 58enne.

L’uomo è stato rinvenuto seduto su una poltrona della cucina in tale stato di decomposizione che la testa era del tutto disarticolata rispetto al resto del corpo. Sono stati disposti gli accertamenti, da cui sembra che le cause del decesso siano del tutto naturali. In ogni caso, il pm Ester Nocera ha disposto lo stesso l’autopsia. Inoltre, verranno eseguiti esami medico legali anche sulle larve trovate sul posto. All’interno dell’abitazione, sono stati trovati anche dei ratti, ma in ogni caso nessun segno di effrazione, il che lascia intuire che ci si trovi davanti all’ennesima tragedia della solitudine.

Nella giornata di ieri, la polizia locale è intervenuta a Roma al piano terra di uno stabile in via Raimondo Montecuccoli, perché da giorni non si avevano notizie di mamma e figlio. I vigili hanno provato inutilmente a citofonare, poi si sono accorti del forte odore che proveniva dall’interno. Sono così arrivati presso l’appartamento i Vigili del fuoco, che sono riusciti a fare irruzione, scoprendo il cadavere del figlio, un 53enne, in avanzato stato di decomposizione, vegliato dall’anziana madre, di 85 anni, in stato di choc. Da quel che si apprende, l’uomo è morto per cause naturali.

GM