Il marito fa baldoria con gli amici davanti alla tv: la reazione è “folle”

(Websource / Sun)

Un “raptus di follia”. E’ questa – almeno finora – l’unica spiegazione al gesto compiuto da Felicity Hyde, 38enne madre di 3 figli che ha improvvisamente deciso di togliersi la vita. La donna si è suicidata dopo una furibonda litigata con suo marito Chris, 46 anni. Il motivo? Lui l’avrebbe “costretta” a seguire in tv un combattimento di pugilato tra Anthony Joshua e Wladimir Klitschko assieme ai suoi amici. E, così facendo, le avrebbe “mancato di rispetto in casa sua”.

La vicenda risale allo scorso maggio. Felicity, ex responsabile di un’agenzia di viaggi, si è impiccata nel garage della sua casa di Blackpool, nella contea inglese del Lancashire, qualche giorno dopo la “sfuriata”, approfittando di una momentanea assenza di Chris e dei figli. Solo poche ore prima – era la sera il 29 aprile – aveva minacciato il marito, di professione addetto alla selezione del personale, di chiedergli una “somma enorme” in caso di divorzio. Poi, nel giro di 24 ore, l’incomprensione tra i due è sfociata in tragedia. Da successive indagini è emerso che la donna non soffriva di depressione né di disturbi mentali. Già nel 2013, però, aveva manifestato intenzioni suicide.

Come ha riferito lo stesso Chris, quella sera Felicity sembrava tranquilla e contenta di avere ospiti a casa, “ma a un certo punto è scesa giù e ha cominciato a inveire contro me e i miei amici, dicendo che le stavamo impedendo di dormire”. “Non avevamo mai parlato di divorzio – spiega l’uomo – è stata una cosa che lei ha tirato fuori di punto in bianco. Pensavo che fossimo una coppia felice. Ancora non riesco a crederci. E’ stato un raptus di follia”. E “col senno di poi – conclude – posso dire che assolutamente nulla ha lasciato presagire il terribile gesto che stava per compiere”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS