8 mesi, seduta nel carrello della spesa: il dramma è improvviso

(websource/archivio)

Siamo al Faro di Giacciano nel Rodigino in Veneto: qui una famiglia ha appena fatto la spesa nel centro commerciale, quando accade qualcosa di imprevisto. Infatti, la loro bimba di otto mesi era sistemata nell’apposito seggiolino all’interno del carrello della spesa, quando questo si è improvvisamente ribaltato nel parcheggio del centro commerciale. La piccola di pochi mesi è caduta malamente sull’asfalto battendo la testa. Il racconto dell’episodio – avvenuto mercoledì – viene fatto al ‘Gazzettino’ dal padre della piccola: “Mia moglie stava per trasferire la spesa dal carrello al bagagliaio dell’auto. Forse per una leggera pendenza, il carrello si è spostato e una ruota si è incastrata in un avvallamento. A quel punto, il carrello è come impazzito e, prima di poterlo fermare, si è ribaltato facendo cadere la bambina. Mia moglie non ha avuto nemmeno il tempo di reagire”.

La bambina aveva escoriazioni alle braccia, alle gambe e alla testa, piangeva disperata per lo spavento, così i genitori si sono diretti verso il Pronto soccorso dell’ospedale San Luca di Trecenta, dove i medici hanno riscontrato poche escoriazioni. Ma non essendo presente il reparto di Pediatria, i genitori della piccola hanno preferito recarsi altrove: “Siamo andati al Pronto soccorso dell’ospedale di Pieve di Coriano, in provincia di Mantova, dove siamo rimasti tre ore e mezza per gli accertamenti del caso. Per fortuna dagli esami è emerso che nostra figlia non ha subito lesioni, e le conseguenze si limitano al grande spavento per lei e per noi”. I genitori mettono in luce la mancanza di sicurezza di quel carrello della spesa e il padre rileva: “Non vogliamo polemizzare con la direzione, ma mettere in guardia altri genitori perché non debbano trovarsi a vivere un’esperienza come la nostra”.

GM