Sta andando al lavoro: un tragico tamponamento gli costa la vita

Edoardo Zanardi (Facebook)

Ancora sangue sulle strade italiane: Edoardo Zanardi, 26 anni, è morto in un incidente stradale avvenuto nel tratto iniziale del raccordo autostradale che collega Santo Stefano Magra e La Spezia, nel comune di Santo Stefano Magra. Il giovane, in base alla ricostruzione, a bordo della propria auto ha tamponato un furgone in panne e ha avuto la peggio. Edoardo Zanardi è stato soccorso dai medici del 118 ma è morto sul posto, per cui non si è nemmeno reso necessario un tentativo disperato di portarlo in ospedale. Sul posto anche gli agenti della sezione di Brugnato della Polstrada, i vigili del fuoco e personale dell’autostrada. Il conducente del furgone tamponato, un uomo tunisino regolare residente alla Spezia di 37 anni, è rimasto illeso.

Edoardo Zanardi lavorava nel forno “La spiga” nel quartiere del Favaro e aveva una grande passione per gli animali, in particolare per cani e cavalli. Il giovane lascia la madre, un fratello gemello, e uno più grande, mentre il padre era deceduto lo scorso anno. Drammatica la testimonianza di Stefano Merlo, il titolare del Bar Bonanini che si trova vicino alla panetteria gestita da Edoardo Zanardi: “Mi ha chiamato sua madre per chiedermi se il negozio del figlio era aperto, quando le ho detto che la saracinesca era abbassata ha iniziato ad urlare ‘Allora era lui’ e ha riattaccato”. Stefano Merlo ricorda poi Edoardo Zanardi come “un ragazzo che si era inserito bene nel quartiere, tutti gli volevano bene. Era disponibile e molto gentile”. Tanti sono i messaggi di cordoglio, mentre davanti al suo negozio sono apparsi fiori bianchi con i fiocchi azzurri e scritta “Ciao Edo”.

GM