Invita un uomo in casa e lo filma mentre violenta l’amica svenuta

Websource/Mirror

Al termine di una serata condita da alcol ed esagerazioni due ragazze si sono ritirate a casa ancora in preda all’ebbrezza. Qualche minuto ancora per parlare delle conoscenze fatte, quindi una delle due è caduta in un profondo sonno sul divano. L’amica ancora sveglia ed evidentemente in cerca di vendetta nei suoi confronti, le ha sottratto il telefono ed ha chiamato ad ragazzo ragazzo conosciuto quella sera invitandolo a casa sua.

Una volta giunto nell’appartamento, l’uomo ha trovato l’amica della sua conquista pronto ad accoglierlo e la giovane conosciuta durante la serata sul divano e non in grado di svegliarsi. In un’altra occasione l’amica vendicativa si sarebbe limitata a soffiare il ragazzo all’addormentata, ma questa è andata oltre incitando l’uomo a spogliarla e violentarla mentre dormiva. La perversa donna ha ripreso la scena e l’ha pubblicata il giorno seguente su Snapchat.

Protagonista di questo favoreggiamento allo stupro è Beth Rae Harris, 36enne di Chicago, la quale dopo aver postato il video sul social è accusata di istigazione allo stupro dell’amica (gli investigatori ipotizzano che a stuprarla siano stati più uomini) e di diffusione di immagini dal contenuto sessuale senza consenso. La Harris si trova adesso in prigione e la sua cauzione è fissata a 116.000 dollari.

La vittima, una ragazza di appena 23 anni,  si è svegliata nell’appartamento della presunta amica completamente nuda e indolenzita senza a riuscirsi a spiegare come fosse stato possibile dato che la sera prima si era addormentata sul divano con i vestiti addosso. La risposta ai suoi dubbi è giunta quando Beth Harris ha pubblicato i video della violenza, così, la ragazza (il cui nome non è stato divulgato) ha sporto denuncia alla polizia. La prova che i video sono stati girati dalla Harris si trovano nelle stesse immagini, in uno di questi infatti si vede la donna che incita il violentatore ed insulta la vittima.

F.S.