Siria: i curdi conquistano la città vecchia, duro colpo per l’Isis

(Websource/Archivio)

Giunge oggi attraverso il portavoce delle ‘Syrian Democratic Forces’, Talal Sello, la notizia che le truppe curde, dopo mesi di combattimenti, hanno conquistato il centro antico di Raqqa, ultima roccaforte dell’Isis in Siria. Sello ha spiegato che le truppe curde si trovano ai margini del centro moderno della città: le nuove costruzioni risalgono agli anni ’50-’60, periodo in cui i resti dell’antica città appartenente all’impero Abbaside del IX secolo. Nel centro moderno si trova la base principale dei Jihadisti e le forze alleate non sono riuscite ancora a liberarlo completamente. Sello, però, ci tiene a precisare che la liberazione totale della città antica è un duro colpo per le truppe del Califfato.

La battaglia per la conquista di Raqqa, dunque, non è ancora terminata, il portavoce delle ‘Syrian Democratic Forces’ spiega che il centro moderno è grande circa un chilometro quadrato e che il suo interno è protetto da delle mura di cinta che risalgono alla civiltà Abbaside ma che sono state ristrutturare nel corso degli anni ’50. Il combattimento adesso quindi si è spostato nelle vie moderne della capitale siriana e secondo le stime dei generali delle forze alleate ci vorranno almeno altri due mesi prima che i jihadisti vengano sconfitti del tutto: la difficoltà del combattimento non è dato dalle mura, ma dal fatto che i combattenti dello stato islamico si nascondono all’interno di tunnel sotterranei.

F.S.