“Via libera allo Ius soli entro l’autunno”. Parola di Luigi Zanda

(Websource / archivio)

Via libera allo Ius soli entro il prossimo autunno. E’ quanto annunciato dal capogruppo del Pd al Senato, Luigi Zanda, nel corso della festa dell’Unita di Modena. La maggioranza sarebbe pronta a far votare la legge nelle prossime settimana, anche a costo di porre a questione di fiducia. “Sono stato sin dall’inizio un sostenitore assoluto della legge sullo Ius soli – ha affermato Zanda – . Abbiamo obbligato l’aula del Senato a calendarizzare la legge e a iniziare la discussione. Penso che questa sarà la strada. L’Italia è l’unico Paese in Europa che non prevede lo Ius soli, una misura equa, giusta e civile. Quando lo approveremo? Entro l’autunno”. “Se la legge di bilancio sarà discussa a ottobre inoltrato, esamineremo e approveremo prima lo Ius soli – ha aggiunto – . Tuttavia dovremo comporre una maggioranza, garantire il 51%. Il Partito del ministro Alfano è in posizione di incertezza, ha votato lo Ius soli alla camera e credo lo rivoterà al Senato”.

Il resto del centrodestra però insorge, cavalcando la notizia della nazionalità marocchina e nigeriana dei minorenni del “branco” responsabile degli stupri di Rimini. “Lo Ius soli è una follia”, tuona da Cernobbio il leader della Lega Matteo Salvini, mentre Gianni Alemanno e Francesco Storace annunciano per il 14 ottobre una marcia “contro l’invasione”. I minorenni coinvolti “in base alla ipotizzata legge sullo Ius soli, tanto cara al Pd, sarebbero stati cittadini italiani”, attacca l’azzurro Maurizio Gasparri. Ben note anche le riserve del M5S. A sinistra, invece, il fronte pare compatto. Giusto due giorni fa il ministro della Cultura Dario Franceschini ha promesso luce verde al ddl entro la legislatura, mentre il premier Paolo Gentiloni, dal Meeting di Rimini di fine agosto, ribadiva si essere favorevole al provvedimento: “Il Governo – aveva detto –  non deve avere paura di riconoscere diritti e di chiedere rispetto dei doveri anche a chi in Italia è nato e studia nelle nostre scuole”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS