Ragazzino di 14 anni suicida nel torinese

Tragedia a Pavone Canavese, comune italiano di circa 4 mila abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte, nelle scorse ore. Un ragazzino di 14 anni si è suicidato impiccandosi a una trave nella tettoia attigua alla sua abitazione. E sono stati proprio i genitori a trovarlo in fin di vita e a chiamare i soccorsi. Immediatamente si sono attivati i soccorsi con l’elisoccorso che è atterrato in un prato sotto il viadotto Marchetti dell’autostrada Torino-Monte Bianco, trasportandolo poi in condizioni disperate all’ospedale Regina Margherita, dove purtroppo è morto poco dopo l’arrivo in pronto soccorso. Sull’accaduto sono ora in corso le indagini dei carabinieri di Ivrea, ma per ora è impossibile capire quali siano state le cause del suicidio. Il ragazzino è rimasto molto scosso dalla morte di uno dei nonni, a cui era molto legato, un po’ di tempo fa. Inoltre, aveva avuto anche un litigio con i genitori che gli avevano negato il permesso di partecipare a una gita con alcuni amici. Una serie di cose che ha portato nella mente del giovane a compiere un gesto tragico.

M.O.