Studente trovato morto in casa: aveva 26 anni

(Websource/archivio)

Dramma ieri sera in via Eleonora D’Angio ai Linguaglossa in provincia di Catania. Uno studente di ingegneria di 26 anni che condivideva l’appartamento con altri tre coinquilini è stato trovato morto proprio da uno di loro. Rientrando a casa dopo alcuni giorni di assenza il giovane ha trovato il cadavere del compagno di studi già in avanzato stato di decomposizione. In base alle prime ipotesi la morte del 26enne potrebbe risalire a venerdì scorso. Da giorni non si faceva sentire dai suoi genitori che, preoccupati, avevano chiesto proprio al suo amico di andare a controllare cosa stesse accadendo. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che hanno effettuato tutti i rilievi del caso. La procura ha aperto un’inchiesta il cui primo atto sarà senza alcun dubbio l’autopsia sul corpo dello studente. Al momento nessuno riesce a darsi una spiegazione dell’accaduto e per gli inquirenti ogni pista investigativa rimane aperta.

Sempre oggi un altro giovane, di soli 14 anni in questo caso, è stato trovato morto dai suoi genitori. Questo caso però è drammaticamente più chiaro. Il giovane si è suicidato impiccandosi perché i suoi gli avevano negato un viaggio dopo la morte del nonno avvenuta alcuni giorni fa.

F.B.