“Ti sego in due”, noto imprenditore aggredisce il sindaco

(Websource/archivio)

Giacomo Pascale, sindaco di Lacco Ameno, uno dei centri più colpiti dal sisma che ha messo in ginocchio Ischia lo scorso 21 agosto è stato aggredito per strada proprio mentre si trovava ai limiti della zona rossa. Proprio come denunciato dallo stesso primo cittadino ad aggredirlo è stato un noto imprenditore locale: “Ero sul luogo per disporre interventi di messa in sicurezza di stabili pericolanti – racconta Pascale – mentre quest’uomo, che non conoscevo, parlava animatamente con il mio vicesindaco. Quando ero sul punto di spostarmi verso la scuola media, il cui edificio è inagibile, mi si è rivolto contro intimandomi di non muovermi. Poi mi ha detto: ‘Ti devo segare in due’. Non capivo il motivo, credo sia legato agli eventuali appalti per la ricostruzione. A un certo punto ha provato a sferrarmi un pugno, che ho schivato, e mi ha spinto all’indietro, il tutto a pochi metri dalle forze dell’ordine che presidiano la zona rossa”.

“In ospedale – spiega il sindaco – hanno suggerito che mi ricoverassi, anche perché soffro di una patologia cardiaca ma ho firmato per uscire. Capisco il nervosismo della gente sfollata, ma non posso tollerare la violenza di chi intende speculare sul sisma: questo signore, contro il quale ho già predisposto un’azione legale, aveva chiesto che la sua impresa fosse coinvolta nei lavori post-sisma. Quanto successo davanti a decine di testimoni è intollerabile”.

F.B.