Migranti passano sul suo terreno, l’81enne perde la testa

(Websource/archivio)

Tre migranti provenienti dal Burkina Faso erano transitati senza il suo permesso su un terreno di sua proprietà. Stavano tornando a casa dal lavoro e hanno accorciato il percorso in quel modo. Quando l’81enne proprietario di quell’area se ne è accorto tra loro è subito nata una forte discussione. Nulla però che potesse far presagire ciò che l’anziano avrebbe fatto poco dopo. L’uomo infatti in serata è andato nel casolare che i tre migranti occupano legalmente in comodato d’uso e, armato di una tanica di gasolio, ha dato fuoco ad una stanza dell’abitazione mentre in quella attigua i tre stavano dormendo.

I tre migranti, impegnati nella raccolta di prodotti agricoli nella zona di Venosa e legalmente presenti sul nostro territorio, sono stati svegliati dal fumo e nel tentativo di spegnere l’incendio si sono procurati lievi ustioni. L’81enne, che si era subito allontanato dal luogo, è stato intercettato dai Carabinieri e con sé aveva ancora la tanica e l’accendino che aveva appena utilizzato. L’anziano è stato arrestato con le accuse di incendio doloso, lesioni personali e danneggiamento e si trova ora ai domiciliari.

F.B.