Le dicono della morte di Alessandra, la madre tenta il suicidio

(Websource/Archivio)

La storia di Alessandra Madonna, 24enne morta dopo aver appreso che il ragazzo che amava aveva deciso di lasciarla ha commosso l’intera nazione: la bella e giovane campana aveva cercato con un ultimo e disperato gesto, appendersi alla portiera dell’auto del suo ex, di salvare quella relazione che era naufragata già da tempo. Quell’atto di amore contorto, però, le è costato la vita, lasciando nello sconforto la madre Olimpia.

La donna,infatti, appena appresa la notizia della morte della sua Alessandra è caduta in uno stato di annebbiamento: Alessandra era il suo mondo, anche e sopratutto dopo il divorzio dal marito. Folle di rabbia e dolore Olimpia è scesa come una furia dalla sua abitazione portando con se una bombola di gas, quindi è salita in macchina e con le lacrime che le trasfiguravano il viso ha girato per le vie di Melito di Napoli fino a giungere al lungomare, nella zona della Stella Maris, tra Varcaturo e Licola, qui si è fermata, ha alzato i finestrini ed ha cercato di suicidarsi con il gas della bombola.

Il disperato tentativo di farla finita è stato visto da due passanti che, sconcertati, hanno subito allertato le autorità. Le forze dell’ordine hanno cercato di aprire la portiera ma non riuscendoci hanno richiesto l’invio di una squadra di vigili del fuoco, i quali hanno forzato la serratura e salvato la donna: “Quando siamo arrivati sul posto, abbiamo notato che ormai l’auto era satura di gas e la donna era svenuta, con il capo poggiato sul cruscotto e tra le braccia la bombola di gas”, racconta uno dei vigili del fuoco. Dopo il salvataggio Olimpia è stata portata all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, dove in un momento di lucidità ha urlato: “Dov’è la mia piccola Alessandra? Dov’è?”. Adesso Olimpia si è ripresa fisicamente, ma il dolore per la scomparsa della sua unica figlia è tale da richiedere l’aiuto di uno specialista per essere superato.

F.S.