Tredicenne incinta, aborto pericoloso per la mamma e la bimba muore subito

(websource/archivio)

Aveva destato grande scalpore la notizia relativa alla gravidanza di una tredicenne in India. La ragazzina era stata messa incinta da un collega del padre, e quando si era scoperto che aspettava un bambino era iniziata una diatriba protrattasi anche davanti ai giudici. Venerdì scorso la giovanissima ha partorito durante l’intervento di interruzione della gravidanza non portato a conclusione però, in quanto i medici temevano che questo avrebbe messo a repentaglio la salute della 13enne. Per quanto riguarda la neonata, è morta già domenica n ospedale. Venuta al mondo prematura e dal peso di 1,8 chili, si era reso necessario metterla in incubatrice. Il decorso sembrava procedere in maniera positiva, ma sono insorte delle complicazioni tali da condurre alla morte della piccina. Le polemiche sul permesso concesso dalla Corte Suprema indiana a procedere all’aborto erano sorte perché ormai la bambina si trovava già alla 32/a settimana, ben oltre il limite delle 20 settimane fissato dalla legge. La ragazzina si trova attualmente ancora ricoverata in ospedale, ed oltre a ricevere soccorso medico le sono state messe a disposizione anche cure psicologiche e sociali.