Pescara, donna trovata nella vasca in un lago di sangue

(Websource/archivio)

M.Z., donna di 47 anni originaria di Torre de’ Passeri, ma residente a Popoli in provincia di Pescara, è stata ritrovata ieri dai sanitari del 118 e dai Carabinieri nella vasca del suo appartamento in un lago di sangue. In base ai primi accertamenti effettuati dai militari della locale compagnia, coordinati dal tenente Tonino Marinucci, la 47enne si sarebbe tolta la vita sparandosi un colpo in pieno volto con la pistola per la quale aveva un regolare porto d’armi. L’ipotesi principale dunque è quella del suicidio anche se le indagini e i rilievi stanno continuando al fine di escludere qualsiasi altra pista e soprattutto il coinvolgimento di altre persone nella vicenda.

A quanto si apprende la donna era single e senza figli. Sua madre viveva non lontano da lei. Alla base della scelta di togliersi la vita potrebbe esserci un disagio psichico, forse una depressione mai curata. Ma anche su questo aspetto si tratta al momento soltanto di ipotesi e si cercano conferme. Pare che la donna non abbia lasciato alcun biglietto di spiegazioni.

F.B.