Pedofilo si converte all’Islam: “Voglio educare i bambini”

(Websource / archivio)

Da pedofilo a predicatore. E’ la parabola compiuta da Frank Crampsey, 60enne senza fissa dimora che, dopo aver scontato una condanna a 5 mesi di reclusione per abusi sessuali su minori, ha riscoperto la fede, si è ribattezzato Mohammed ed è diventato un membro attivo di una moschea, dove insegna – ironia della sorte – proprio ai bambini.

Tutto è cominciato lo scorso luglio, in occasione della festività islamica della Id al-fitr. Crampsey si è fatto avanti nella centro islamico di Blackburn, in Inghilterra, e si è pian piano inserito come “volontario”, guadagnandosi giorno dopo giorno la fiducia dei leader religiosi della moschea di Whalley New Road. Ai quali, tuttavia, nulla aveva detto dei suoi trascorsi penali. E – dettaglio non da poco – il Nostro, per ordine del giudice della Preston Crown Court che lo aveva condannato nel 2006, non avrebbe potuto per alcun motivo stare a contatto con minori – tanto meno in veste di educatore.

Quando la verità è venuta a galla, grazie a un’indagine della Polizia locale, la comunità islamica che aveva accolto il neoconvertito, a partire dal suo “mentore” Ashbad Ahmed, è rimasta scossa e incredula. Di lui tutti si fidavano ciecamente, tanto da incaricarlo di educare e istruire i loro figli. In un secondo momento è poi venuto fuori che Crampsey aveva “sgarrato” anche in altre occasioni, approfittando dell’altrui buona fede. E per il momento la comunità islamica di Blackburn non ha alcuna intenzione di perdonarlo.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS