La Corea del Nord lancia un altro missile che sorvola il Giappone

(Websource/Archivio)

Questa mattina, alle prime luci dell’alba, un missile balistico proveniente da Pyongyanga ha sorvolato per intero l’isola di Hokkaido Giappone, generando paura e rabbia nel paese del sol levante. Si tratta del secondo missile nel giro di tre settimane oltre che della dimostrazione che le sanzioni applicate alla Corea del Nord dall’ONU hanno come unico effetto quello di far intensificare i test missilistici.

Ancora una volta gli Stati Uniti hanno convocato un consiglio generale per discutere eventuali piani d’attacco. Lo stesso è capitato a Seul dove il presidente sud coreano  Mon Jae in ha convocato d’urgenza un consiglio nazionale di sicurezza. Secondo quanto emerso dai media coreani questo nuovo missile avrebbe una gittata ancora maggiore di quello che ha sorvolato il Giappone alla fine di Agosto (già in grado di portare una mini testata nucleare fino in Europa). Il Hwasong-12 testato in agosto aveva una gittata di 2.700 chilometri, mentre il missile testato nelle prime ore di questa mattina arriverebbe fino a 3.700 chilometri.

Si tratta del terzo test missilistico nel giro di tre settimane, lo scorso 3 settembre Pyongyang ha testato un missile nucleare dalla potenza devastante (una bomba all’idrogeno 10 volte più potente di quella che distrusse Hiroshima) e che ha causato un violento terremoto. Mentre il 28 agosto un altro missile aveva sorvolato la penisola nipponica spezzandosi in tre pezzi a largo del mare del Giappone. Si sospetta che questo nuovo test sia stato anticipato di proposito dal leader coreano in risposta alle manovre belliche della marina sud coreana.

F.S.