Spari in faccia alla 15enne: si è suicidato l’ex della madre

Nicolina Donatella Rago Ischitella Foggia
Nicolina, la ragazzina colpita al volto

I carabinieri del Comando provinciale di Foggia fanno sapere di aver trovato il cadavere del 37enne, ex della madre Donatella Rago, sospettato di essere colui che ha sparato in faccia a Nicolina, figlia 15enne della donna. In base alle prime informazioni l’uomo si sarebbe tolto la vita con la stessa arma usata contro la ragazza. Nicolina stava camminando in via Zuppetta, a Ischitella, per andare a scuola. E’ stata raggiunta dall’uomo e colpita al volto. Operata d’urgenza è attualmente ancora in condizioni disperate.

Oggi su Facebook la madre Donatella ha sfogato tutta la sua rabbia contro le istituzioni, ma anche contro i suoi genitori che avevano in custodia la figlia: “I miei figli erano in affidamento ai miei ed io ho avvertito che sarebbe successo qualcosa, nessuno mi ha dato retta. Io non c’ero, ma i miei che li avevano in affido dov’erano? Non doveva prendere il pullman visto che c’erano delle denunce in corso, ma dovevano accompagnarla loro a scuola. E l’assistente sociale del Comune di Ischitella che mi aveva assicurata che dai miei stavano benissimo? Complimenti!”.

La donna aveva poi proseguito: “L’avevo supplicata – aggiunge – di portarli in un altro posto perché sapevo che sarebbe successo tutto questo. Non mi ha ascoltato, anzi ha detto: ‘Stanno bene dove stanno’. Ora mia figlia è in coma farmacologico. Mio Dio ti prego aiuta la mia unica stella, era l’unica figlia femmina che ho. Ti prego, ti prego, ti prego. Mio Dio! Ascolta la mia preghiera. Sono disperata, lei non c’entrava nulla”.

F.B.