Spari in faccia a Nicolina. Un cugino attacca la madre: “Sei ridicola”

Nicolina Pacini Donatella Rago
Nicolina Pacini con la madre Donatella Rago (Facebook)

Mentre tutti si preoccupavano delle sorti della povera Nicolina, la 15enne morta questa mattina alla quale ieri l’ex compagno della madre ha sparato in faccia, c’era qualcuno che su Facebook attaccava pesantemente Donatella Rago, la madre dell’adolescente. La donna aveva scritto un post in cui augurava la morte (poi effettivamente arrivata per suicidio) all’uomo che aveva tentato di uccidere la figlia. Nei commenti ad un certo punto è apparso Vincenzo Valente che presentandosi come cugino della donna ha iniziato ad attaccarla violentemente. Prima con un laconico: “Sei ridicola”. E poi ampliando il concetto senza in realtà spiegare il motivo del suo astio né tantomeno la scelta di questo drammatico momento per mostrarlo pubblicamente: “Scrivo ciò che voglio anche perchè conosco molto bene questa donna se così la possiamo chiamare. Purtroppo c’è una parentela che ci lega ma verso questa donna provo soltanto schifo”.

Sotto al primo post in cui la donna annunciava ciò che era successo alla figlia, il cugino l’apostrofava così: “Brava, questo è quello che sai fare. Tua figlia in ospedale e tu stai a scrivere su Facebook vergognati. Che bella mamma che sei”.

La donna è stata molto attiva su Facebook anche nelle concitate ora in cui la figlia si trovava in coma a lottare tra la vita e la morte. Il primo post alle ore 13.00. Link dell’articolo sull’aggressione alla figlia e questo commento: “Mia figliaaaaaa” seguito da numerose emoticon con le lacrime. Poi un altro post un’ora dopo, con un altro link e un altro commento: “Merdaaaa merdaaa merdaaa muoriiiiii schifosooooo spero che qualcuno ti ammazzi. Tu nn meriti di viveree”. Poi l’ultimo post dopo aver appreso che l’ex si è suicidato: “Ditemi che è vero” dice la donna.

F.B.