Belluno, enorme masso si stacca e colpisce due auto

(Websource/Archivio)

Dopo un’estate in cui l’afa ha tormentato i cittadini italiani con ben sette ondate di caldo infernale, questo settembre è iniziato all’insegna del maltempo con trombe d’aria e precipitazioni massicce che hanno sconvolto tutta la penisola e non accenno a fermarsi. Le conseguenze di questo settembre anomalo non si limitano ad un generale abbassamento delle temperature (in molte regioni si è scesi sotto i 17 gradi arrivando a temperature da autunno inoltrato) ed alle precipitazioni: ieri, infatti, in provincia di Belluno l’erosione portata dalle piogge incessanti ha fatto cadere un’enorme masso sul parcheggio che porta al rifugio  7° alpini e a vari percorsi escursionistici in località Case Bertot.

Per fortuna al momento della caduta del masso all’interno degli abitacoli non erano presenti passeggeri e quella che poteva trasformarsi in un immane tragedia si è risolta con un intervento di routine dei vigili del fuoco. Due unità del Comando provinciale di Belluno sono giunte sul luogo dell’incidente alle 15:20 e con l’ausilio dei cuscini elevatori hanno liberato le vetture dall’ingombrante masso. Per sicurezza l’area di parcheggio è stata interdetta, gli escursionisti, dunque, dovranno trovare un altro punto dove lasciare le loro automobili per affrontare i sentieri caratteristici che offre la località montana in provincia di Belluno.

F.S.