Malaria, un caso nelle Marche: è un residente dell’Hotel House

    (websource/archivio)

    Un caso di malaria all’Hotel House di Porto Recanati, una struttura che nel corso degli anni è stata spesso al centro delle polemiche per la presenza di migranti che l’hanno resa in parte fuori dal controllo delle forze dell’ordine. Ad essere colpito da questo nuovo caso è un 49enne di nazionalità senegalese, il quale già sabato scorso avrebbe accusato i primi sintomi accompagnati da febbre alta e dolori articolari. Subito i familiari si sono preoccupati, per cui l’uomo è stato immediatamente trasferito all’ospedale di Civitanova. Qui è stata accertata la malaria, per cui è stato necessario un nuovo trasferimento, all’ospedale regionale di Torrette nel reparto Infettivi. Di recente, il senegalese era tornato in patria. In ogni caso, dalle autorità viene smentito un possibile allarme contagio all’interno dell’Hotel House.

    All’inizio di questo mese, l’opinione pubblica era stata scossa dal caso della morte della piccola Sofia, la bimba trentina di 4 anni deceduta a Brescia a causa della malaria, dopo il primo ricovero a Trento. Il parassita che l’ha uccisa sarebbe lo stesso che aveva fatto ammalare i due bambini di ritorno dal Burkina Faso. Sul drammatico caso aveva preso posizione Rodolfo Ferro, il nonno materno della bambina: “Noi non accusiamo nessuno. Tocca ai medici dirci come e perché Sofia è stata uccisa dalla malaria. Forse però negli ospedali qualcosa va aggiornato, quando pazienti con questa malattia, o i loro parenti con i bagagli, entrano in contatto con gli altri. E lo dico pensando prima di tutto con affetto alle bambine africane che hanno incontrato mia nipote al S. Chiara. Sarebbe imperdonabile se ora venissero isolate dai loro amici, oppure a scuola”.

    Successivamente, si sono verificati altri episodi di contagio in diverse città italiane: due bambini sono stati ricoverati a Napoli ed una ragazza di 18 anni incinta è stata ricoverata a Bologna. Più recente il caso di una bambina di 5 anni di origine straniera ma residente ad Imola.

     

    GM