Bayern Monaco: Ancelotti esonerato dopo la sconfitta con il PSG

(Websource/Archivio)

Carlo Ancelotti lascia il Bayern Monaco, il club infatti ha deciso di esonerarlo e di affidare la squadra al vice Sagnol. A pesare sulla decisione di uno degli allenatori più vincenti degli ultimi anni è stata sicuramente la sconfitta pensante rimediata ieri sera con il Paris Saint Germain, ma a quanto pare il motivo fondamentale del divorzio è stato lo spogliatoio: secondo quanto riferito dagli insider del club bavarese infatti è stato decisivo il colloquio tra i dirigenti della società ed i calciatori. Stando a quanto riferito da fonti vicine al club più titolato della Bundesliga, infatti, la dirigenza avrebbe convocato i senatori per parlare dell’andamento di questo inizio di stagione e pare che nessuno di loro abbia difeso l’operato del tecnico italiano.

L’inizio dell’annata calcistica in effetti è andato al di sotto delle aspettative: il Bayern si trova in terza posizione in campionato a meno 3 dal Borussia Dortumund capolista ed anche in Champions si sono palesate difficoltà oggettive a creare gioco ed ottenere i risultati. La proverbiale goccia è stata la pesante sconfitta contro una delle principali contendenti al titolo in Europa: la partita contro i francesi ha palesato una differenza abissale tra le due squadre, sfociando in un umiliazione.

Ecco il comunicato stampa del club della Baviera: “Le prestazioni della nostra squadra sin dall’inizio non sono state all’altezza delle aspettative che avevamo riposto. La partita di Parigi ha dimostrato che dovevamo prendere delle decisioni”.

F.S.