(Websource / archivio)

A modo suo, è un amore nato tra i banchi di scuola. Con la differenza che, in questo caso, il sentimento è sbocciato nel cuore di una prof. che si è innamorata della mamma di un suo alunno, nonché rappresentante di classe. Ma il suo “debole” non è stato corrisposto. E, purtroppo, la strana vicenda è finita in tribunale. E’ successo a Sebino, in provincia di Brescia.

Con un trucchetto degno da adolescente in preda a una “cotta”, la professoressa è riuscita ad avere il numero di telefono della mamma durante una riunione di classe. E qui sono cominciati i guai. La donna ha iniziato ad inviare sms alla sua “fiamma”. E inseguito le ha fatto omaggio di rose e regali, oltre a una poesia. La mamma dell’alunna, però, era convinta che dietro i messaggi d’amore ci fosse un uomo. Così, con un pizzico di curiosità, è stata al gioco del presunto corteggiatore. Fino al giorno dell’amara scoperta: non c’era nessun uomo, ma la professoressa di suo figlio.

Il rapporto tra le due donne è immediatamente cambiato e ha cominciato a farsi teso. Alla fine la vicenda è approdata in tribunale con una denuncia per stalking. La mamma in questione ha spiegato come vivesse male quella situazione: “Me la ritrovavo al supermercato, al ristorante, per strada, in auto – ha detto – . Avevo paura di uscire di casa e incontrarla”. Nonostante questo, però, il caso si chiuderà probabilmente con una assoluzione per la professoressa, come chiesto dallo stesso pm.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS