La mamma salva la bimba che porta in grembo grazie all’istinto

Ayla Heller
(Facebook)

Ayla Heller, una giovane mamma britannica, ha scritto un lungo post su Facebook rivolgendo un appello alle altre donne affinché ascoltino sempre il loro istinto e agiscano di conseguenza. E’ ciò che ha fatto lei e che le ha permesso di salvare la bimba che portava in grembo. Ecco le sue toccanti parole: “Il giorno in cui sono entrata nelle 38 settimane sembrava solo un giorno normale come tanti altri. Mi sono alzata e sono andata a lavorare. Avevo notato che la mia piccolina quel giorno scalciava meno del solito, ma ho pensato che fosse soltanto un po’ meno attiva. Fato strano per lei, ma sapevo che poteva capitare. Intorno a mezzogiorno mi rendo conto che non aveva ancora dato calci, faceva qualche movimento ma senza dare calci. Dalton, mio marito, ha dato dei piccoli colpetti al ventre e abbiamo anche ascoltato il suo battito cardiaco con il nostro Doppler fetale. Però ancora praticamente nessun movimento. Lì ci siamo preoccupati. Ok, il battito c’era, era vivo. Ma perché non si muoveva?”.

“Alla fine ho chiamato la mia ostetrica e sono andata in ospedale dove hanno messo il monitoraggio per vedere la situazione. Mi hanno dato del succo d’arancia ghiacciato e mi hanno fatto fare vari movimenti nella speranza che questo servisse a smuovere la bimba. Ma niente. L’ostetrica a quel punto mi ha spiegato che avrebbero dovuto fare un cesareo d’urgenza e che c’erano alte probabilità che la bimba morisse. Uno choc tremendo per me e mio marito. Dopo circa un’ora io e la mia Maddie eravamo abbracciate nel letto. Tutto era andato bene. Ma quello che mi hanno detto mi ha fatto capire che se non avessi ascoltato il mio istinto e mi fossi accontentata di sapere che il battito c’era avrei sicuramente perso la mia bimba. Infatti la mia placenta era invecchiata prematuramente, era calcificata e la piccola non riceveva il cibo e l’ossigeno di cui aveva bisogno. Il fatto che si muovesse di meno era perché lei in modo istintivo tentava di preservare le poche energie che le rimanevano”.

“Dunque quello che mi sento di dire a tutte le mamme è di stare attente al movimento dei propri bimbi nella pancia. Loro si muovo sempre, chi più e chi meno. Se questi movimenti cessano e diventano molti meno dovete preoccuparvi e andate in ospedale subito”.

F.B.