Scomparso il papa di Playboy, Hugh Hefner muore a 91 anni

(Websource/Archivio)

Per decenni è stato l’emblema della rivoluzione sessuale riuscendo persino ad incarnare l’ideale di ogni uomo esistente sul pianeta, oggi il mondo nel piange la scomparsa: Hugh Hefner, creatore e proprietario della rivista e del marchio Playboy è scomparso per cause naturali a 91 anni. L’uomo che ha rivoluzionato il mondo delle riviste per uomini è morto tra le mura della sua gigantesca villa a Beverly Hills (Los Angeles) scaldato dall’abbraccio della sua famiglia e dei suoi cari, in quella Playboy Mansion che per decenni ha ospitato le donne più belle di tutto il pianeta e le celebrità più in vista.

La fortuna di Hugh comincia nel 1953, quando a soli 27 anni lasciò il suo lavoro come curatore di una rivista dedicata ad attività per bambini per realizzare un progetto personale, qualcosa che il mondo non aveva ancora visto: una rivista in cui le donne più belle del pianeta si facevano immortalare completamente nude. Nessuno, nemmeno lui, si attendeva che quella semplice idea si sarebbe trasformata in un enorme successo e addirittura in una specie di rivoluzione dell’editoria mondiale.

Il primo numero di Playboy uscì con in copertina la star più amata di quegli anni Marilyn Monroe senza veli (si scoprì solo dopo che le foto erano state scattate anni prima). In un solo anno la tiratura del giornale giunse a 200 mila copie, nel giro di 5 anni arrivò addirittura a 1 milione fino ai 7 milioni degli anni ’70. Nel corso del tempo il marchio Playboy venne utilizzato per creare un canale televisivo e gadget vari, divenne persino ispirazione per altre riviste simili come Penthouse e Hustler, ma nessuna di queste riuscì a scalzarla dal ruolo di dominatrice di quel particolare mercato.

Hefner divenne un’icona ancor più delle Playmate, nei primi decenni della rivista appariva in qualsiasi shooting fotografico, mostrandosi con l’immancabile vestaglia di seta e la pipa. Lo stessa accadeva durante gli eventi pubblici, Hefner si presentava agli eventi mondani sempre accompagnato dalle moglie e da bellissime ragazze alimentando il personaggio che negli anni si era costruito.

F.S.