La madre è sul letto, per i bambini inizia un incubo di 5 giorni

(Websource/mirror.co.uk)

Quattro fratellini sono rimasti in casa con i corpi senza vita della loro madre e del suo compagno, senza capire che i due si erano uccisi. I figli della donna hanno una età compresa tra i 5 ed i 13 anni e pensavano che i due stessero solo dormendo. Per questo non hanno avvertito nessuno, nonostante il cattivo odore avesse ormai permeato l’abitazione. La polizia è stata allertata soltanto quando una vicina casa, che abitava accanto, aveva saputo da uno dei bambini che la loro mamma “stava dormendo da giorni”. In questo lasso di tempo i fratellini hanno saputo badare a loro stessi, andando anche a scuola, mentre la madre ed il partner giacevano ormai cadaveri a letto per quello che è stato un abuso deliberato di farmaci, stando a quanto ricostruito dai poliziotti accorsi sulla scena. La vicina era andata a controllare di persona, avvertendo la puzza scaturita dai corpi delle vittime, ed il maggiore dei quattro fratelli gli aveva aperto la porta dicendogli che la mamma stava dormendo. Il fatto è avvenuto a La Zarza-Perrunal, nella Spagna sud-occidentale. Le vittime si chiamavano Rocio Aguilar e Josè Antonio, un ex militare in congedo. Pare che già qualche giorno prima della scoperta alcuni agenti avessero notato qualcosa che non andava, ma i bambini li avevano rassicurati sul fatto che fosse tutto ok.

Situazione di degrado

La famiglia era arrivata in città soltanto da poche settimane con pochissimi averi, ed avevano ricevuto delle donazioni dalla gente del posto. Poi era stato offerto loro un alloggio in un ostello, e Rocio sembrava molto felice di questo. Poco dopo però la famiglia si è trasferita in una abitazione fatiscente. Ma Bella Vazquez, co-proprietaria dell’ostello, aveva capito che la donna ed il compagno erano due tossicodipendenti e dice che conosceva Rocio sin da quando erano bambine, e che quest’ultima si trasferì nella città di Huelva perché il padre aveva trovato lavoro nelle locali miniere: “Ha sempre vissuto miseramente. Spero che i suoi figli riescano ad avere una vita normale”. Bella rivela che l’amica ed i quattro ragazzini si erano trasferiti in una casa estremamente fatiscente, senza letti ed altri servizi. Lei portava loro del cibo. I funzionari locali hanno affermato che la famiglia non era autorizzata a rimanere in casa perché la stessa era pericolante, ed avevano informato i servizi sociali per fornire supporto.

La tragica scoperta

Dall’ostello c’era stato un trasferimento nella casa, al costo di 200 euro al mese di affitto, e qui la coppia è stata trovata morta. Gli ufficiali sono stati avvisati il giorno prima del duplice suicidio, in seguito alla segnalazione di un dirigente scolastico che aveva notato come uno dei bambini, dopo la scuola, non era stato prelevato dalla mamma. Gli agenti sono andati quindi a casa, ma i bambini aveva detto che la madre stava dormendo, e loro non potevano entrare senza un mandato. Poi tre giorni dopo è avvenuta la scoperta dei corpi. I vicini affermano di aver visto pochissime volte Rocio è Josè uscire di casa, mentre avevano notato i bambini che giocavano all’esterno. Tutti loro ora sono stati presi in cura ed affidati ai servizi sociali, mentre il padre biologico di tre di loro starebbe tentando di ottenerne la custodia. I piccoli erano abituati a badare a loro stessi in maniera autonoma, ed erano per altro già noti agli stessi servizi sociali.

S.L.