Non può permettersi le cure per il figlio, i medici: “Deve staccare la spina”

(Websource/DailyMail)

Una giovane mamma cinese si trova in una condizione in cui nessun genitore si vorrebbe trovare: il figlio è gravemente malato ed è tenuto in vita solamente dai respiratori, ma la donna non ha più risorse per pagare le cure ed i medici l’hanno invitata a staccare la spina. Il figlio di questa donna si è ammalato di encefalite a soli 6 anni e lei per 300 giorni ha fatto di tutto per curarlo chiedendo anche denaro in prestito a familiari ed amici, adesso però ha finito sia i suoi risparmi che le vie di accesso a prestiti ed i medici dell’ospedale in cui è ricoverato le hanno detto che presto saranno costretti a staccare i macchinari che lo tengono in vita.

Secondo quanto riportato dai media locali i medici non sono certi di quali saranno i tempi di recupero del piccolo e c’è persino il rischio che non si svegli mai più. Inoltre, qualora si risvegliasse, il bambino potrebbe avere dei gravi problemi di salute che comporterebbero ulteriori spese mediche, le quali comunque non assicurerebbero un completo recupero. L’evidenza dei fatti e le difficoltà economiche però non hanno abbattuto la speranza di questa famiglia che si dice pronta a tutto pur di trovare il denaro necessario alle cure e cullare la possibilità che i medici si sbaglino.

La vicenda  di questo bambino ricorda da vicino quanto capitato al piccolo Charlie Guard, la lotta dei genitori in quel caso si è conclusa con la triste decisione di staccare i macchinari al bambino: anche nel caso del bambino inglese i medici avevano decretato che era arrivato il momento di staccare i macchinari poiché le cure non avrebbero apportato alcun miglioramento al bambino, ma i coniugi Guard hanno lottato fino all’ultimo per dare una possibilità al loro bambino di restare al mondo.

F.S.

 

.