Mamma investita in coma: ha fatto da scudo ai suoi due bimbi

mamma investita coma
(Websource/archivio)

La mamma investita a Pieve di Soligo in provincia di Treviso è in coma e sta lottando disperatamente tra la vita e la morte. La donna, 46 anni, stava attraversando sulle strisce pedonali insieme alle sue due bambine di 5 e 11 anni. Improvvisamente è arrivata a tutta velocità un’auto Matiz rossa guidata da un’anziana di 87 anni che ha visto all’ultimo la famiglia e non ha nemmeno provato a frenare. In quei terribili e drammatici istanti, compreso in un attimo ciò che stava per accadere, la 46enne ha avuto la prontezza di frapporsi col proprio corpo tra i suoi figli e l’auto facendo loro letteralmente da scudo umano.

L’impatto è stato devastante e la donna ha riportato gravissime lesioni in diverse parti del corpo. Quando l’ambulanza è giunta sul posto, davanti ai bambini sotto choc, ha constatato la gravità della situazione e ha subito chiesto l’intervento dell’elisoccorso. La donna è stata portata con l’elicottero  all’ospedale di Treviso dove è stata sottoposta immediatamente ad un delicatissimo intervento chirurgico. Attualmente come dicevamo si trova ricoverata in coma nel reparto di terapia intensiva e le sue condizioni purtroppo vengono descritte come “disperate”. Per le figlie alle quali evidentemente ha salvato la vita ci sono solo un paio di fratture e questo fa capire bene quanto forte debba essere stato l’impatto attutito dal corpo della madre.

Nessuna conseguenza invece per l’87enne che ha spiegato di essere stata abbagliata dalla luce del sole di fronte a lei e di non aver visto quelle persone. I parenti della mamma investita si interrogano se quella signora così anziana avesse ancora le caratteristiche idonee per poter guidare e in generale si è riaperto l’annoso dibattito sull’opportunità o meno di rinnovare la patente a persone che viaggiano verso i 90 anni e i cui riflessi inevitabilmente non sono più quelli di una volta.

F.B.

.