Prende il fucile del padre, ragazzino uccide la nonna

ragazzino uccide la nonna

Una tragedia è avvenuta a Teana, in provincia di Potenza. Nella serata di ieri una donna di 67 anni è rimasta uccisa a causa di un colpo di fucile esploso dal suo nipote di 13 anni. Il giovane aveva preso l’arma, regolarmente detenuta da suo padre per svolgere attività venatoria. Il tutto è avvenuto in maniera accidentale, stando ai rilievi effettuati dai carabinieri di Chiaromonte, Senise e del Nucleo investigativo di Potenza. Sia l’arma che l’abitazione dove è accaduto l’incidente sono state poste sotto sequestro. E’ stata aperta anche una inchiesta coordinata dal pm di Lagonegro, Rossella Colella. Ed è stata annunciata una indagine anche da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Potenza.

Ragazzino uccide la nonna, è stato un incidente

Il corpo dell’anziana verrà sottoposto ad esame autoptico e si trova ora nell’ospedale di Lagonegro, in attesa delle prossime decisioni da parte dell’autorità giudiziaria. Erano anche stati allertati immediatamente i sanitari del 118, ma qualsiasi tentativo di soccorso si è rivelato inutile. La donna è deceduta sul colpo. Non è stata per nulla una tragedia invece la scomparsa di Maria Josè Olivastri, morta nel 2001 e per il quale è ancora mistero fitto dopo la svolta che ha riguardato l’unico sospettato.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI