Perale ha ucciso Anastasia mentre la violentava, ci sono i video

perale
Stefano Perale (Websource/archivio)

E’ emersa una importante scoperta su Stefano Perale nell’omicidio di Anastasia Shakurova e Biagio Buonomo, la coppia di fidanzati uccisa tra il 17 ed il 18 giugno scorsi. L’omicida era l’ex professore di inglese della donna, 30 anni, ed invitò la donna ed il fidanzato 31enne ad una cena che si era rivelata essere in realtà una trappola fatale per la coppia. Perale aveva infatti cosparso l’aperitivo con un potente sonnifero. Ed ora la relazione autoptica condotta da Antonello Cirnelli, il medico legale incaricato, presenta una terribile ipotesi: quella cioè che Anastasia sia morta soffocata mentre veniva stuprata inerme dall’assassino, che si era pure ripreso con il proprio telefonino durante questi terribili atti. Perale aveva letteralmente perso la testa per la russa, che era però legata sentimentalmente a Buonomo dal quale aspettava un bambino. Era infatti al quinto mese di gravidanza. Secondo l’autopsia, Perale avrebbe tappato il naso alla Shakurova per impedirle di respirare. In un primo momento si era pensato che il killer avesse utilizzato uno straccio imbevuto di cloroformio da applicare direttamente sul viso della ragazza, ma la realtà è stata decisamente più brutale.

Assassino incapace di intendere e di volere?

I macabri video (due in totale) realizzati da Perale, 50 anni, sono stati depositati mercoledì scorso dal gip Marta Paccagnella, e verranno visionati sia dall’accusa che dalla difesa per stabilire se la donna ripresa fosse effettivamente Anastasia ed averne quindi la certezza assoluta. Il duplice delitto è avvenuto nella casa dell’assassino a Chirignago, in provincia di Venezia. Secondo la ricostruzione dell’accusa, Perale avrebbe concepito di uccidere Anastasia ed il fidanzato già dallo scorso autunno, dopo che si presentò all’aeroporto con tanto di mazzo di fiori per accoglierla. Ma lei lo ignorò e si diresse verso un altro ragazzo. Poco tempo dopo poi conobbe Buonomo, con il quale instaurò una relazione e con cui aveva progettato di trasferirsi a Marcon, dopo aver convissuto a Varese. L’omicida avrebbe pensato a tutto nei minimi dettagli, procurandosi una potente dose di Stilnox, un sonnifero con effetto immediato con cui ha stordito i due giovani. In tal modo ha potuto violentare Anastasia, soffocandola, e poi avrebbe provato ad uccidere Biagio allo stesso modo. Quest’ultimo si sarebbe difeso con un timido tentativo ed utilizzando tutte le sue forze, e quindi per ammazzarlo Perale non ha esitato a colpirlo con 6 colpi di spranga alla testa. Successivamente avrebbe tentato di nascondere il corpo di Buonomo in auto. Perale si è però reso conto che non sarebbe riuscito a sfuggire alla polizia, e così è stato lui stesso ad avvertire le forze dell’ordine. La strategia della difesa punta tutto sulla perizia psichiatrica, per dimostrare che Perale sia incapace di intendere e di volere.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI